ULTIMO AGGIORNAMENTO
Per tutti i passeggeri in rientro dall’estero (ordinanza 14 dicembre 2021) vi preghiamo di prendere visione degli obblighi previsti vedi allegato>

Certificazione Verde / Green Pass e
Super Green Pass – ITALIA

 

Gentili Passeggeri,

il nostro Governo ha recentemente varato nuove misure anti-contagio da Covid-19 con il   Decreto-legge 26 novembre 2021, n. 172  (https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2021/11/26/21G00211/sg) in vigore a partire dal 6 Dicembre 2021.

 

Nel decreto-legge pubblicato sulla Gazzetta ufficiale è dato ampio spazio a quello che è stato definito il “Super Green Pass” che, in verità, sarebbe più corretto definire “Green Pass rafforzato”.

Vediamo le novità sul nuovo Green Pass e sul Super Green Pass.

 

Nuovo Green Pass

Relativamente al Nuovo Green Pass è possibile osservare quanto segue:

  • con l’articolo 3 rubricato “Durata delle certificazioni verdi COVID-19 la durata dello stesso passa da 12 a 9 mesi dal completamento del ciclo vaccinale primario o dalla somministrazione di richiamo (cosiddetta “terza dose”);
  • con l’articolo 4 rubricato “Estensione dell’impiego delle certificazioni verdi COVID-19” l’obbligo di Green Pass viene esteso a ulteriori settori: alberghi; spogliatoi per l’attività sportiva; servizi di trasporto ferroviario regionale e interregionale; servizi di trasporto pubblico locale.

 

Super Green Pass

Relativamente al “Super Green Pass” è possibile osservare che, in riferimento all’articolo 6 (rubricato “Disposizioni transitorie”) del provvedimento, a decorrere dal 6 dicembre 2021 viene introdotto il “Super Green Pass” o “Green Pass rafforzato”; vale solo per coloro che sono o vaccinati o guariti. Il nuovo Certificato verde serve per accedere ad attività che altrimenti sarebbero oggetto di restrizioni in zona gialla nei seguenti ambiti:

  • spettacoli
  • spettatori di eventi sportivi
  • ristorazione al chiuso
  • feste e discoteche
  • cerimonie pubbliche.

In caso di passaggio in zona arancione, le restrizioni e le limitazioni non scattano, ma alle attività possono accedere i soli detentori del Green Pass rafforzato. Dal 6 dicembre 2021 e fino al 15 gennaio 2022 è previsto che il Green Pass rafforzato debba essere utilizzato anche in zona bianca per lo svolgimento delle attività, che altrimenti sarebbero oggetto di restrizioni in zona gialla.

 

Super green pass e green pass normale: differenze

La differenza principale tra Super Green Pass e Green Pass risiede nella vaccinazione: il primo è rilasciato a chi ha completato almeno il ciclo di vaccinazione primario (due dosi, una nel caso di Johnson&Johnson); il secondo invece è riservato a chi ha solo effettuato un tampone negativo.

Con il supergreen pass è possibile accedere a:

  • ristoranti
  • cinema
  • teatri
  • stadi
  • attività sociali e ricreative in generale.

Il green pass con tampone sarà utilizzabile invece solo per:

  • recarsi al lavoro
  • prendere mezzi di trasporto a lunga percorrenza
  • accedere ad alberghi (ivi compresi i ristoranti degli Alberghi)
  • accedere agli spogliatoi per l’attività sportiva
  • utilizzare mezzi di trasporto ferroviario regionale
  • utilizzare mezzi trasporto pubblico locale, con controlli effettuati a campione.

 

A partire dal 6 dicembre e fino al 15 gennaio 2022. l’accesso a spettacoli, eventi sportivi, bar e ristoranti al chiuso, feste e discoteche, cerimonie pubbliche sarà quindi consentito in zona bianca e gialla solo a chi ha il Super Green Pass, quindi solo a chi ha effettuato il vaccino o è guarito dal Covid.
Inoltre, nel caso in cui una Regione dovesse andare in zona arancione, le restrizioni varrebbero solamente per chi non ha il super green pass.

A partire dal 6 dicembre quindi i non vaccinati potranno solo recarsi a lavoro e utilizzare i mezzi di trasporto, previo rilascio di certificazione verde a seguito di tampone con esito negativo.

Per quanto riguarda le regole Covid previste per l’espatrio o il rimpatrio fare riferimento al sito della Farnesina Viaggiare Sicuri (https://www.viaggiaresicuri.it/ ) relativamente al paese visitato o chiedere informazioni al nostro ufficio prenotazioni booking@chiesaviaggi.it.

 

A tutti i passeggeri verrà richiesto:

  • la misurazione della temperatura (da parte del nostro staff) all’atto della salita a bordo con divieto di
    accesso in caso di temperatura superiore a 37,5° C;
  • l’autocertificazione (modulo ChiesaViaggi) di non aver avuto contatti stretti con persone affette da patologia
    COVID-19 negli ultimi due giorni prima dell’insorgenza dei sintomi e fino a 14 giorni dopo
    l’insorgenza dei medesimi; il termine di 14 giorni è ridotto a 7 nel caso di viaggiatori vaccinati;
  • l’assunzione dell’impegno da parte dei viaggiatori, al fine di definire la tracciabilità dei contatti,
    di comunicare anche al vettore e all’Autorità sanitaria territoriale competente l’insorgenza di
    sintomatologia COVID-19 comparsa entro otto giorni dalla fine del viaggio;
  • l’utilizzo di una mascherina chirurgica o di un dispositivo di protezione individuale di livello
    superiore per una durata massima non superiore alle quattro ore, prevedendone la sostituzione
    per periodi superiori.

 

GREEN PASS base

Super GREEN PASS

Fonte: Il Sole 24 Ore